Ciao a tutti! Oggi scopriremo alcune curiosità su uno dei luoghi più belli di Roma, Castel Sant’Angelo!

Ecco cinque curiosità da leggere tutto d’un fiato: buona scoperta!

1) C’ERA UNA VOLTA UNA TOMBA…

E’ vero! Quello che noi oggi chiamiamo Castel Sant’Angelo era in origine la monumentale tomba di un grande imperatore di nome Adriano, che visse molti secoli fa e che decise di costruire per sé e per la sua famiglia un sepolcro veramente enorme e lussuoso. Scelse un posto tranquillo, proprio sulle sponde del fiume Tevere, dove ancora la città antica non era arrivata. Prese come modello sia le grandi tombe etrusche dette a tumulo, sia i sepolcri dei re orientali. Doveva essere pieno di decorazioni, dentro e fuori, tra cui per esempio statue di marmo o bronzo, come quella dell’imperatore ritratto su un carro trainato da cavalli, che si doveva trovare proprio sulla sommità della tomba. Inoltre, qui, doveva trovarsi anche un giardino con molti alberi… un vero paradiso!

 

mausoleo-adriano-Castel-Sant-Angelo_lasinodoro

Ricostruzione

 

 

2) E A UN CERTO PUNTO… ARRIVA MICHELE!

Quando ormai erano passati molti anni e la tomba di Adriano era stata da tempo abbandonata e già trasformata in una fortezza, accadde però qualcosa di incredibile. Cosa? Una terribile malattia aveva colpito la città di Roma e il popolo non sapeva davvero come fare! Così decisero di rivolgersi ad un santo uomo di nome Gregorio, che alcuni anni dopo sarebbe addirittura diventato papa! Gregorio decise di organizzare una processione per chiedere a Dio la fine della pestilenza e mentre si trovava vicino all’antica tomba, vide apparire immerso in un’accecante luce l’Arcangelo Michele, che stava rinfoderando la propria spada. Subito la peste sparì e tutti furono miracolosamente guariti! Da quel giorno la fortezza fu posta sotto la prenotazione di Michele e una sua statua fu collocata sulla cima.

 

Castel-Sant-Angelo-Terrazza-dell-Angelo_lasinodoro

 

 

3) I PAPI E IL CASTELLO DELLE MERAVIGLIE

Come detto, la tomba dell’imperatore si trasformò ben presto in una super fortezza inespugnabile e divenne proprietà dei papi, che un tempo erano anche i re di Roma. Fu così che alcuni di essi decisero di fare dei lavori per rendere non solo più possente il castello (grazie alle torri, ai ponti levatoi, ai fossati, ecc.), ma anche più comodo e lussuoso. Fecero così decorare molte delle sue stanze, come le camere da letto, la biblioteca, la sala dei ricevimenti e così via.

 

 

 

4) UN BAGNO PICCOLO PICCOLO, TUTTO COLORATO!
bagno clemente vii_lasinodoro

Stufetta di Clemente VII

Ovviamente il castello serviva soprattutto in caso di guerra, per offrire difesa quando qualche nemico decideva di attaccare la città per conquistarla. Era infatti questo il momento in cui i papi insieme alla loro corte vivevano chiusi dentro al castello, in attesa che il nemico si arrendesse. Questo portò alla creazione degli appartamenti, delle cucine, dei magazzini e perfino di un piccolo bagno privato, chiamato stufetta, dove è possibile ancora vedere la vasca da bagno, in cui ci si poteva rilassare con tanto di acqua calda!

 

 

 

 

 

5) CHE PAURA LE PRIGIONI!

Eh sì, purtroppo per molti anni il castello fu anche una temibile prigione! Ve ne erano in realtà ben due al suo interno. La più grande si trovava nei sotterranei, dove dobbiamo immaginare tanti poveri uomini incatenati alle pareti, nelle scomode e buie celle, a patire il freddo e la fame. Alcuni di loro non avrebbero mai più rivisto la luce del giorno, perché spesso venivano condannati a morte o morivano di stenti. Vi era però anche un’altra prigione, detta la Cagliostra, riservata agli uomini ricchi e nobili che si erano macchiati di qualche colpa! Purtroppo infatti la giustizia non era uguale per tutti al tempo e chi poteva permetterselo passava alcuni mesi in questa prigione, che in realtà era un comodo appartamento, molto ampio e tutto decorato!

 

 

Se volete scoprire tante altre curiosità su Castel Sant’Angelo, contattateci per organizzare una visita indimenticabile!