Andar per Musei gratis a Roma è possibile! Come promesso, ecco alcuni nuovi suggerimenti per visitare l’Urbe a costo zero. Questa volta vi guidiamo alla scoperta dei musei ad ingresso gratuito e ci saranno delle scoperte straordinarie!

 

LA VILLA DI MASSENZIO SULL’APPIA ANTICA

E’ un luogo unico, immerso totalmente nella quiete e nel verde, quello che l’imperatore Massenzio scelse, agli inizi del IV secolo, per costruirvi il proprio grandioso complesso residenziale. Qui possiamo infatti ammirare i resti del sontuoso Palazzo corredato da un grande Circo per il divertimento e dal suggestivo Mausoleo dinastico, dedicato al figlio Romolo, morto prematuramente. Una visita imperdibile!

 

roma-circo-villa-di-massenzio-e-mausoleo-di-romolo_lasinodoro

 

TRE PORTE DI ROMA ALLESTITE A MUSEO

Se le grandi mura dell’Urbe vi hanno sempre incuriosito, d’obbligo è la visita ai tre musei allestiti nelle porte meglio conservate dell’antichità. Il primo è a Porta di San Sebastiano, proprio all’inizio dell’Appia Antica. Qui grazie ai molti pannelli didattici, ai plastici ed ai calchi ricostruttivi è possibile scoprire tutta la storia delle Mura Aureliane.

Il secondo invece, il Museo della Via Ostiense, posto proprio accanto alla celebre Piramide Cestia, è ospitato all’interno di Porta San Paolo ed è interamente dedicato alla via Ostiense e più in generale all’urbanistica delle città di Roma e di Ostia!

L’ultimo è il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina allestito a Porta San Pancrazio, che racconta gli importanti avvenimenti che, nel corso del XIX secolo, portarono alla costituzione del Regno d’Italia e di Roma come sua Capitale.

 

 

IL MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO

Forse non tutti sanno che, proprio dietro Campo de’ Fiori e all’interno di un bel palazzetto cinquecentesco, – conosciuto anche come Farnesina ai Baullari – è ospitata la preziosa collezione di scultura antica di Giovanni Barracco, un importante studioso vissuto nell’800.  Se le antiche civiltà sono la vostra passione, in questo museo potrete ammirare da vicino importanti reperti delle più antiche culture del Mediterraneo, come l’Egitto, la Mesopotamia, l’Assiria. Non mancano poi gli oggetti legati a Cipro, alla Grecia, agli Etruschi e ai Romani, fino all’epoca medievale. Un museo in cui compiere un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio!

 

Museo Barracco Baullari_lasinodoro

 

IL MUSEO NAPOLEONICO

Se invece si desidera approfondire la storia della Roma più recente, assolutamente imperdibile è la visita al Museo Napoleonico, a due passi da piazza Navona. Qui sono infatti custoditi cimeli, memorie familiari e preziose opere d’arte, appartenute al conte Giuseppe Primoli, figlio della principessa Carlotta Bonaparte ed allestite all’interno del sontuoso palazzo di famiglia. Entrando sembra ancora di respirare quell’aria di lusso e nobiltà francese che Napoleone seppe imprimere alla città quando, per pochi anni, la conquistò.

 

museo napoleonico interni_lasinodoro

 

 

ALCUNI MUSEI POCO NOTI MA MOLTO INTERESSANTI

Se desiderate scoprire la vita e le opere degli artisti, due sono i musei che fanno al caso vostro. Visitarli sarà inoltre molto semplice, perché si trovano entrambi a Villa Borghese! Il primo è la Casa Museo di Pietro Canonica, un museo che racconta attraverso le opere, il percorso di vita di quello che fu uno dei più importanti artisti italiani tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento.

 

Museo-Pietro-Canonica-testa_lasinodoro

 

Il secondo è il Museo Carlo Bilotti, un piccolo ma interessante spazio espositivo che custodisce alcune opere donate dall’appassionato collezionista alla città di Roma, tra le quali vi sono quelle di Giorgio de Chirico, Gino Severini, Andy Warhol, Larry Rivers e Giacomo Manzù.

Se invece desiderate ammirare da vicino una delle residenze nobiliari del passato, il Museo Boncompagni Ludovisi è tappa consigliata: qui infatti si potranno ammirare dipinti, sculture e gli arredi originali del Villino, realizzato per l’importante e potente famiglia all’inizio del Novecento.

Per chi invece fosse interessato ai fossili e più in generale alla preistoria, imperdibile è la visita al Museo di Casal de’ Pazzi, ricavato in una porzione dell’alveo di un antico fiume che, circa 200.000 anni fa, scorreva proprio in questo punto.

 

 

Come annunciato! Ce ne è veramente per tutti i gusti… buona visita! Controlla il programma mensile dell’Asino d’Oro per vedere quando è prevista una visita guidata per scoprire questi musei insieme a noi!