“La cuppola è un pallone
ancorato sul tetto
chi è che l’ha gonfiato? L’architetto
e lo fa seccardino o burraccione
seconno er fiato che se trova in petto.
Abbotta le ganasse Borromini
soffia – e sorteno tanti cuppolini.
Ce mette drento ‘n’ala de pormone
Michelangelo – e nasce er cuppolone”.

 

Così Mario dell’Arco, poeta romanesco (1905-1996), dedicò questi versi alla cupola, uno dei simboli più significativi di Roma. Ammirando infatti la città dall’alto delle terrazze panoramiche o dalla cima dei colli, è proprio la cupola l’assoluta protagonista! Abbiamo provato a fare una “sorta di classifica”: quali sono le più grandi, alte ed imponenti? Scopriamolo insieme!

 

 

5. Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso (via del Corso)

Dedicata al patrono e all’arcivescovo di Milano, è la chiesa regionale dei Lombardi. La sua cupola, realizzata nel 1678 da Pietro da Cortona, rappresenta un’opera magnifica, anche grazie alla sua vertiginosa altezza di ben 67 metri!  Per poterla ammirare in tutta la sua eleganza e bellezza, consigliamo di recarsi nella retrostante piazza Augusto Imperatore: l’alto tamburo sul quale è impostata la cupola, è scandito da ben otto pilastri in uguali sezioni con finestre rettangolare. Altre otto finestrelle ovali invece si trovano nella fascia intermedia, sopra la quale si innalza la calotta, rivestita di piombo e divisa in spicchi da costoloni. Molto graziosa inoltre la lanterna di coronamento con eleganti e piccole volute che separano le otto finestre ad arco. 

 

 

 

4. Basilica dei Santi Pietro e Paolo (Eur)

Cupola moderna, realizzata nel 1955 presenta una bella forma emisferica con diametro di 31 metri, sviluppandosi però per ben 75 metri in altezza. Il progetto iniziale prevedeva che la cupola assumesse una colorazione giallo oro affinché avesse maggiore risalto, ma progettisti e costruttori, costretti da alcune difficoltà riscontrate durante i lavori, optarono per una copertura di elementi in ardesia di colore grigio che si adattava maggiormente al resto dell’edificio. 

 

 

3. Basilica di Sant’Andrea della Valle (Corso Vittorio Emanuele II)

Inaspettato forse il terzo gradino del podio occupato dalla cupola di Sant’Andrea, realizzata da Carlo Maderno intorno al 1621 e che si innalza di ben 84 metri con un diametro di 16 metri.! All’esterno il tamburo riprende il tema delle colonne binate della cupola di San Pietro, mentre all’interno risulta essere molto luminosa grazie alla presenza di ben otto finestre intervallate da semi-colonne. 

 

 

 

 

2. Basilica di San Pietro (Vaticano)

E’ il celebre “cuppolone” ad occupare il secondo posto in classifica! Progettata da Michelangelo e portata a termine (modificando in parte il progetto originario) da Giacomo della Porta e Domenico Fontana nel 1561, si sviluppa per un’altezza esterna (dal piano stradale alla sommità della croce) di 133,30 metri (117,57 metri invece è l’altezza interna dal pavimento alla volta della lanterna) che la consacra quindi come la più alta tra le cupole mai costruite fino ad oggi!

 

 

 

1.Pantheon (piazza della Rotonda)

Ebbene sì, è lei la vincitrice! Con oltre 43 metri di diametro e quasi 22 metri di altezza (essendo perfettamente emisferica), è ancora oggi una delle più grandi cupole del mondo. Eretta abilmente nel II secolo d.C. all’epoca dell’imperatore Adriano, dimostra un’assoluta genialità costruttiva: nonostante le sue oltre 5000 tonnellate di peso, grazie al particolare oculo centrale (un’apertura di ben 9 metri di diametro), riesce a mantenersi forte e salda durante il corso dei secoli, non dimostrando minimamente i suoi ormai quasi 2000 anni di storia!

 

 

  1. luglio 22, 2020

    Sarà che sono del posto… ma avrei anche detto la chiesa di Don Bosco (Cinecittà) 🙂

    • luglio 22, 2020

      Daniela, in effetti la cupola più grande della Basilica di San Giovanni Bosco si difende benissimo con i suoi circa 40 metri di diametro!

Scrivi un commento:

*

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© L'Asino d'Oro - P.IVA/C.F.: 97733350587
Seguici su: