Anche quest’anno Halloween è alle porte! E non c’è notte migliore per raccontare alcune tremende storie di paura… Molti forse non lo sanno, ma anche a Roma ci sono tanti fantasmi che popolano alcuni luoghi della città. Scopriamo insieme alcuni dei loro nomi e delle loro storie per prepararci al meglio alla notte più terrificante dell’anno!!!

 

Gli spiriti inquieti intorno al Pantheon

Nella zona accanto al Pantheon – il tempio di epoca romana dedicato a tutti gli dei e oggi chiesa dedicata alla Madonna dei Martiri – ci sono molti spiriti inquieti come quello del baffuto re Umberto I che, ucciso nel 1900 e sepolto nella Rotonda, non riesce a trovare pace apparendo di sorpresa ai poveri passanti, tra cui ad un gendarme che per la paura provata da quel giorno non proferì più parola!

 

fantasmi_umberto I

 

Sempre intorno al Pantheon si possono ancora vedere invece i solchi lasciati dal Diavolo quando infuriato venne sbeffeggiato dal potente mago Pietro. Secondo la leggenda infatti tanti ma tanti anni fa, Pietro Bailardo, un potente mago, decise di vendere l’anima al demonio per ottenere un potente libro con cui avrebbe dominato il mondo. Ma ben presto si rese conto dell’errore commesso e cercò perdono e riparo all’interno della chiesa. Il diavolo però non si arrese e non potendo entrare nel luogo sacro, aspettò per giorni e giorni che Pietro uscisse fuori per rubargli finalmente l’anima. Ma questo non avvenne mai e il demone sprofondò all’inferno creando un solco profondo ancora oggi visibile!

 

fantasmi_pantheon

 

 

A piazza Navona i fantasmi sono donne!

A poca distanza, nella più bella piazza barocca di Roma, piazza Navona, i fantasmi sono invece tutti al femminile! La più importante è sicuramente Donna Olimpia Maidalchini, una vera “strega” in quanto a carattere… Donna Olimpia era una ricca e potente principessa che visse nel 1600 e che essendo parente del papa governava tutta Roma. Ma non era né simpatica e né buona e tutti la chiamavano con il soprannome di Pimpaccia. Era molto avida di denaro e secondo la leggenda, un giorno mentre scappava con la sua carrozza dalla città per paura dei suoi nemici, venne spinta direttamente all’inferno da un gruppo di diavoli, finendo in un vortice di fuoco! Di lei da quel momento non si ebbero più tracce… a parte un carro infuocato che ogni tanto si intravede all’alba correre come un ossesso su Ponte Sisto.

 

fantasmi_donna olimpia

 

Sempre in piazza Navona vi è il fantasma di un’altra gran dama, Costanza Conti De Cupis. La nobildonna viveva nel palazzo che affaccia sulla piazza ed era famosa in tutta Roma per le sue splendide mani, talmente belle che un artigiano della zona volle farne un calco da esporre nella propria bottega. Un giorno un’anziana zingara passò da quelle parti e lanciò un tremendo sortilegio: la donna a cui appartenevano quelle mani le avrebbe perse in modo doloroso e sarebbe infine morta. Avvista della tremenda sorte che le era stata predetta, Costanza decise di rinchiudersi nel suo palazzo per non correre alcun pericolo e per passare il tempo la giovane amava filare in compagnia delle sue amiche. Ma un giorno si punse con un fuso e la ferita in poco tempo si infettò costringendola all’amputazione delle splendide mani e poi alla tragica morte. Si dice che nelle notti di luna piena guardando una delle finestre del palazzo si possano intravedere due candide mani… forse sono quelle di Costanza?

 

fantasma-di-Costanza-De-Cupis

 

Scopri gli altri fantasmi che popolano Roma nella nostra visita giocata per bambini in programma la notte di Halloween!!!

 

 

Scrivi un commento:

*

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© L'Asino d'Oro - P.IVA/C.F.: 97733350587
Seguici su: